PROPRIETA' INTELLETTUALE E VIA DISCORRENDO

Seppure mi sia sempre compiaciuta di leggere i miei post riportati sugli altrui blog o spazi virtuali di altro genere ,adesso sono stanca di sentire leggere alla radio i miei scritti da signorine che dichiarano di esserne le autrici e di leggere le mie storie anche sulla carta stampata con nomi e luoghi diversi ma senza cambiarne nemmeno le frasi dei discorsi.Vergonoso per chi ruba la proprietà intellettuale ,ma anche per chi la promulga senza verificarne la fonte .Smettetela altrimenti oltre alla Escort potreste conoscere anche il suo avvocato!

sabato 23 luglio 2016

Lucciole vagabonde



C'era una canzone di Milva o rivisitata da lei che raccontava la tristezza delle "donne  dei marciapiedi".
Sì ,prima dell'avvento di termini inglesi come escort o call girl la prostituta si definiva come "battona" ossia sbarcare il lunario offrendosi ai bordi della strada o marciapiedi. Poi la politica e le amministrazioni varie hanno reso più sicuro un loft che non un marciapiede pieno di buche . (Uhm dai concedetemi ogni tanto una considerazione da salottino)
Le lucciole brillano di notte per poi svanire all'alba. 
Da quando ho iniziato a raccontarmi online sono apparse tante lucciole con cui ho stretto amicizie più o meno solide, Marian, Luna, Alba,Viola, Rita Bbw ( ispirata ad un 'altra Bbw pugliese che conoscete),Mary, Anna,Serena ,Selene ed altre di cui non ricordo il nome d'arte pertanto non menziono.
Come le lucciole scompaiono all'alba e mi piace pensare che per loro ci sia stato un nuovo giorno, qualcuno che le abbia amate ed accarezzate alla luce del sole o più semplicemente abbiano intrapreso un nuovo viaggio dove si possa vivere senza le carezze di un uomo donate o comprate che siano.
Con qualcuna di loro era nata una bella amicizia , ci si raccontava dei clienti e si rideva da impazzire, Luna che mi spiegó la teoria del preservativo cinese che era così spesso perché i cinesi avendo il "pipino"piccolo lo riempivano di ovatta prima di usarlo ed io che ci ho creduto sino a che non ci ho provato con un cliente ed ho visto che era fantascienza .
Viola era un 'altra che ti ammazzava dal ridere con Alba che sclerava come me per le stesse cose, pareva che i miei ed i suoi clienti fossero gli stessi.
Chissà che faranno , se Selena si è laureata ,se Marian è riuscita a far pace con la madre...
Però tutte infondo avevano voglia di fuggire via lontano verso una nuova vita io no... Forse perché non ho speranza in qualcosa di migliore o perché no magari mi piace.
Ogni tanto ci penso ,anni fa eravamo io e Pam le uniche escort Bbw che avevano l'ardire di proporsi , dopo tuttiv questi    anni siamo sempre io e lei a portare la bandiera della  .
Pam non l'ho mai conosciuta ma è come se la conoscessi perché molti dei clienti che girano l'Italia per lavoro assaggiando Bbw per diletto sono stati da lei e molte volte mi chiedono se io la conosca.
Come se noi Bbw fossimo state stampate da un 'unica tipografia , ma è bello fantasticare con loro su di un' Italia così emancipata da avere addirittura un mondo escort a parte fatto solo di Bbw .


sabato 21 maggio 2016

Mettilo in pausa ,quando il cliente va in tilt



Qualcuna di voi mi ha sempre chiesto dove fosse la mia capacità di mantenere la clientela fissa negli anni,visto che gli avventori delle prostitute hanno come caratteristica quella di voler cambiare minestra.
Sicuramente cambiano anche i miei ma poi fanno dei giri immensi e  ritornano.
L'inconveniente però è che qualcuno di loro si innamori,non c'è un età precisa,o uno stile di vita.Si innamora il ragazzo di 23 anni,e quello di 50 ,il single e lo sposato con nipote in arrivo.
Questa ultima settimana si sta litigando un po' troppo spesse con Beppe che ha 23 anni ma l'ho conosciuto che ne aveva 19 :sì sono stata la prima per lui forse ho sbagliato a fargli troppo da mamma,ma adesso  ho poco tempo da dedicare agli incontrii ,e quando l'attesa diventa rabbia c'è qualcosa sotto.
"Scusa ma ieri non potevi, oggi nemmeno, sabato neppure e mi dici che non stai facendo incontri e che cazzo stai facendo allora ?"
"Sto lavorando..."
"E perchè non mi rispondi al telefono ?"
"Perchè sono in ufficio"
"Stai facendo pompini a tutta Brindisi altro che, altrimenti avresti risposto " e parte la chiamata compulsiva su watsapp
"Beppe non posso risponderti ci sono le colleghe in uffcio"
"Non ci credo mandami la foto allora"
"Oh basta sei scemo ?Che ti fotografo gente estranea ,vuoi che finisca in tribunale !?"
"Ti mando io in tribunale,ti denuncio perchè hai un lavoro e poi fai anche la puttana,ti denuncio alla finanza"
"Dai Beppe smettila ,la settimana prossima andrà meglio ti giuro che troverò un momento "
"Non ti voglio più la settimana prossima dopo che ti sei fatta tutto il mondo io non  sono lo scarto"
"Pupo dai..sta tranquillo"un' altra lo avrebbe già bloccato ma il segno di innamoramento è chiaro e mi dispiace,così cerco un modo per farlo rassegnare.
"Zoccola te la faccio pagare"
"Ok dai finisco di lavorare alle 19 ,per le 21 ci vediamo,chiamerò una badante per mia nonna,e vediamo se mia figlia è in giro con le amiche le dirò di prendere il bus"
"E quanto ti costa la badante ?"
"Un quindici euro ad ora..."
"Uhm tu non lo faresti mai per me.. vedrai.."
"No tranquillo lo faccio perchè mi fai paura...lo faccio per loro che lascio a casa ,quelli come te possono fare gesti folli poi"
"In che senso ?"
"Che ne so mi aspetti con una pistola,vieni in ufficio con un coltello e poi a loro chi ci pensa ?"
"Per chi mi hai preso ?"
"Per uno che mi ha riempita di offese...avverto Cherie che se fra due ore non rincaso mandasse i carabinieri, lo sai che ho questa procedura ogni volta che faccio  un incontro"
"Ma mica sono un pazzo,dai vabene ci vediamo quando hai tempo"
"Beppe,non ripartire con le parolacce ma  ho visto delle belle ragazze su Backeca,più giovani,più libere,perchè non cambi un pò aria"
"Ma mi prendi in giro,che cazzo dici "
"Beppe io sono come un flipper, metti la monetina e tlin tlin, poi finisce ok?  Se ci metti la monetina da un'altra farà tlin tlin uguale a me "
"Lo so,ma le altre non le voglio,lo sò che lo fai per soldi però.."
"Beppe non lo sai ,oppure stai dimenticando che non puoi metterti davanti alla porta della sala giochi e soffrire quando gli altri giocano col flipper,perchè quel flipper sta lì per quello , ha fatto una scelta"
"Ho capito non trattarmi da stupido"
"Dopo tutto quello che mi ha detto io dovrei bloccarti ,cancelllarti mandarti un amico di quelli pericolosi ma ti voglio bene e non ci riesco,perciò decidiamo insieme di cambiare aria ok?Anche io ho sbagliato a non trattarti da semplice cliente con benvenuto e arrivederci."
"Perchè non usciamo come amici ,una sera,una sola"
"Beppe allora tu per un paio di mesi ti svaghi un po', poi ne riparliamo ok ?"
" Non mi vuoi più"
"Beppe io non voglio...io metto la monetina e tlin .Se non mi mettessi la monetina farei  tlin ?"
"Non lo so"
"No Beppe senza moneta non voglio nessuno, non vado con nessuno, non ceno con nessuno ,non penso a nessuno "
"Che vita di merda Rita"
"Hai ragione"

venerdì 22 gennaio 2016

Ma dove ti ho visto ? Il peggior incubo di Rita Gaudente



Credevo di avervelo raccontato ,oggi Addy mi chiedeva se mi fosse mai capitato, ho spulciato un po' per tutto il blog ma del mio incontro del terrore non c'è traccia.
Per un periodo ho fatto la rappresentante,lavoro che mi ha molto agevolata nell'attività di escort per raggiungere uomini molto lontani dalla mia vita privata pertanto lungi dall'essere riconosciuta.
L'estate è il tempo delle ferie per i professionisti e tempo di lavoro per i loro praticanti,stagisti e sostituti.
 Antonello è uno di loro ,con il suo sorriso a 32 denti che sguazza a suo agio dietro la scrivania del titolare.
"Va bene,ti lascio la brochure o hai letto quella che ti ho lasciato la settimana scorsa nello studio di Verbani ? Non è che hai guardato il cd che ti ho lasciato nello studio di Sorritto ? "
"Ma sì Sofia ho pure i post it che mi hai lasciato quando sostituivo Grecotti, guarda..." li tira fuori dal taschino della camicia
"Ah bene almeno se proprio impazziscono e ti danno facoltà decisionale .."
"Ti porto sul cuore ...caffè ?"
"Magari,però ..(ho un cliente che mi aspetta tesoro e mi frutterà più del tuo 1 euro e 50 di provvigione in un anno, che mi farai guadagnare)ho un casino di giri da fare"
"Ma io ce l'ho qui .."Tira fuori due bustine di nescafe, rido.
"Ormai mi sono organizzato quando sei schiavo non devi mangiare, bere e nemmeno fare la pipì ,il bicchiere infatti poi lo riciclo a mo' di wc "
"Bastardi ,con tutti i soldi che macinano; in un giorno gli devi fare il lavoro di un mese"
"Eh certo perchè il cervello di molti è così pesante che per fare una cosa di mezz'ora a loro ci vuole un mese"
"Cambierà vedrai,la gente si sveglia prima o poi...ci invaderanno i cinesi :avvocati,medici, notai, vedrai"
"No ti prego giusto quando arriverà pure per me il tempo di rubare soldi alla gente ,per favore no"
"Hai ragione,ok scappo,tanto ci rivediamo ,sino a Settembre siamo gli unici due imbecilli che lavorano a Bari"
"Lasciami il tuo bigliettino dai.."
"Ed il post-it ? "
"Non quello con il numero aziendale..o posso mandarti qualche invito a cena anche lì?"
"No ,no guarda che anche io sono una sostituta,puoi beccare un barbuto collega che poi te magna pure il piatto...e poi i bisogni dove li fai ?"
"Ahahha ma no una cena in piatti veri non di plastica"
"Guarda ce li ho in macchina,adesso che scendo te li lascio in portineria"
"Sì certo come l'altra volta che dovevi mandarmelo per sms .Non conosci a memoria il tuo numero ?"
"Bah sai ho cambiato telefono con il dual sim non ho capito quale numero è quello a cui rispondo"
"Ottima scusa ,bella davvero, sai schivare i corteggiatori con tanta innocenza che ...sembri vera"
"Su ma chi vuoi che mi corteggi..dai te li lascio giù"
Come ogni volta che mi si fanno avance al di fuori dei panni di Rita Gaudente,mi guardo nello specchio della macchina e vedo solo un disastro, scappo via e non ci penso più. Con una cena voleva rimediare una scopata ,sto stronzo,e magari nemmeno gli piacevo,se fossi stata più magra mi avrebbe portata in un bar non il nescafè,ma penso che dopo la terza volta che gli sfuggo avrà capito che l'ho inquadrato per bene .

La costiera barese è una favola ed i clienti baresi sono i miei principi azzurri ,sono tre giorni che gironzolo nei loro appartamenti abbandonati da mamme ,mogli e fidanzate che preferiscono abbronzarsi,ed io intanto spalmo la crema ai loro uomini.Però dopo le 18 tutto tace,tornano le signore; eppure il mio telefono squilla:"Ciao sono Rita ecc ecc ecc .."
"Vieni adesso ?"
"Adesso..ma dove ?"
"Polignano.."
"Siamo sicuri ?Non c'è troppa gente in giro a Polignano a quest' ora ,non vorrei che trovassi gente intorno "
"No sono solo di passaggio in questo appartamento non mi conosce nessuno, posso pure aspettarti giù se vuoi "
"Ok..fra un ora sono lì,il tempo di limare i tacchi tesoro "
Ecco qui l'appartamento,stabile signorile,i turisti accalcati per strada rubano il tramonto pugliese in uno scatto che magari quando rientreranno faranno vedere alle loro escort fra una coccola ed un peccato.Ho dovuto lasciare la macchina a pagamento ma sopratutto lontana,camminare con questi tacchi e questo perizoma che mi sega tutto per più di 400 metri è un tormento,spero solo che quando mi vedrà vorrà subito stendermi sul letto nuda.

Eccomi buonasera...Antonello,
oh cazzo!

"Buonasera..ti dona il capello lungo"
"E' un' estention.."
"Una delle mie sostituzioni..qui accanto c'è lo studio di Biagetti e questa è la sua casa"
"Dimmi tu che devo fare ?"
"No dimmi tu che vuoi fare "
"Io vorrei solo non pensare a quello che succederà adesso , io sono una precaria ed insomma...se lo dici pure ad un prete in confessione rischio di non lavorare più per il resto della mia vita"
" Idem ,se lo sa Biagetti mi denuncia all'ordine ed è finita,magari farò il gigolò anche io"
"Che casino"
"Ufficialmente sei una delle tante clienti che entra in questo studio,dove sta il casino se resettiamo tutto ed io per te sono Biagetti e tu Escort Bbw ?"
"Resetti per tutta la vita ? Mai e poi mai ? Nemmeno se un giorno mi vedrai uscire dallo studio di altri colleghi con l'estention?"
"Mai e poi mai ,nemmeno se ti trovassi a letto con mio padre, minchia ma che sei bona !"

"Ma ti piacciono le bbw allora !Accidenti a saperlo una cena nei piatti veri l'avrei fatta con te"
"Ma te l'ho chiesto "
"Ma io pensavo sai, quei tipi basta che respira.."
"Non ti ho capita scusa"
"No niente (mi sollevo il vestito) toglimi sto cazzo di perizoma che sto andando in gangrena."


Dopo quell'incontro ho sempre rifiutato le sue chiamate, e quando l'ho incontrato come sostituto l'ho sempre guardato come per dirgli "Se ti rivolgi a me come se fossi Rita Gaudente ti ammazzo "il patto era resettare .

Dopo qualche anno mi è arrivato l'avviso dell'apertura del suo studio ,inviatomi sull'email di Rita Gaudente,gli ho risposto che ero una escort e che forse aveva sbagliato a mandarmi quell'invito,ma la risposta è stata "Forse non ti ricordi di me ma ci siamo visti a Polignano ed avrei voglia di rivederti" 
Reset...e riavvio alla grande visto che ci si vede quasi ogni mese..quasi perchè ad Agosto chiude lo studio senza metterci sostituti.
Tutt'oggi schivo alla grande persone che potrei conoscere nella mia vita privata e qualcuno se la ride leggendomi perchè alle volte è passato al contrattacco.
Ma magari ve ne parlerò un 'altra volta.

venerdì 25 dicembre 2015

RACCONTO EROTICO NATALE 2015--Sta tranquillo Luis ..ci vedono tutti


Ci son momenti in cui il perizoma che sega fra le natiche diventa un abitudine,come il fare sesso ,far sprofondare nel nulla quella fame di coccole e rivestirti in fretta per non imbarazzare il cliente sotto uno sguardo troppo appagato,troppo romantico,troppo presunzioso per essere incluso in un contratto di un ora.
Però alle volte te ne dimentichi e resti lì a chiacchierare con lui di mutui,viaggi e diete dimagranti fallite ,poi un flash ti attraversa il cervello che in quel momento legge i suoi pensieri che magari staranno dicendo 
"Ebbene mi lasci andare ? Ti ho pagata ed ora che cazzo vuoi ,ho da lavorare io, mica come te che bivacchi su questo letto chiamandolo lavoro" povero Luis ,così gli chiudo la porta in faccia e riassetto il letto.
Probabilmente le sue colpe ci sono ,Luis è stato un simpatico perditempo per anni ,scriveva e chiamava senza mai arrivare al sodo,altri come lui venivano salvati in rubrica come "no" ,ossia uomini a cui non rispondere perchè ti chiamano solo per fare i piacioni e recuperare una scopata di compassione gratis,ma lui era così garbato.
Quando me lo sono visto di fronte era il classico uomo che a Natale metto come dono da voler ricevere sotto l'albero.
Ho sempre pensato che i Big Man desiderassero donne magre , una supposizione stupida visto che io Big Woman ho un'attrazione per gli uomini con la mia stessa fisicità.
Lo sguardo di Luis però và oltre al solito aspetto teneroso di noi polpettoni,quello è uno sguardo che buca.
La sua arts amatoria invece è classica di noi paciocconi, c'è sempre il momento in cui ti deve ricordare che è brutto ,grasso e incapace,magari gli dovrei rispondere con una buona dose di rassicurazioni ma le frasi di circostanza con lui non reggono, perciò gli scoppio a ridere in faccia anche quando il suo cazzo è lì  per esplodere.
Un giorno decidemmo di andare in un alberghetto  di un piccolo paese del sud Barese,dove spesso si ferma a prendere un caffè .
"Mettiti in tiro eh Rita !"
"Ma scherzi Luis ? Vedono entrare una zoccola vestita da zoccola ti sputtani lo sai ? Meglio il travestimento da signora grassa e occhialuta a cui vuoi vendere dei pacchetti finanziari perdenti"
"No fai come ti dico ti prego"
"Avanti spara,quante scale mi devo fare sui tacchi?"
"Qualcuna ,e cerca di farle sculettando"
"Tu sei tutto scemo,ecco perchè sei un mio cliente "
Eccolo lì decadente e tipico con i soliti vecchietti seduti al bar che ancora devono finire di costruire castelli sul perchè il ragazzo con la Ford nera abbia preso una stanza ;ed ecco una donna scendere da un macchinone degno del suo culone fasciato in un vestito verde che ondeggiando un pò incerta su dei tacchi così sottili che sembrano spezzarsi sotto tutto quell'ondeggio verso il bar ..uno di loro non resiste forse mi sorride o è un ghigno di sofferenza,troppe emozioni oggi!
Le indicazioni erano chiare "entra nel bar e vai verso sinistra dove ci sta un frigorifero vuoto,ci stanno delle scale e sali direttamente ,ho già parlato con il proprietario"
L`ambiente e` tipico fermo a trent`anni fa.
"Oh guarda qui la coperta Lanerossi !! Credevo che esistesse soltanto un esemplare nella cantina di mia nonna !E  il bagno in camera nel vero senso della parola,se mi metto a pecora posso pure farmi uno shampo nel lavandino !"
"Dai che ci divertiamo "
"Con quei vecchi che stanno di sotto che aspettano di vederci uscire smunti e spettinati ?"
"Per l'appunto !Cosa fai perchè ti spogli ?"mi solleva il vestito "Mhh ok reggicalze con tanga perfetto brava !Prendi il telefono adesso e vai davanti alla finestra "
"A fare ?"
"Ohhh scch fai come ti dico "
Rimetto l'odioso tacco e mi dirigo verso la finestra,sinceramente la vista è deliziosa...la piazza,la chiesa,il piccolo parco e la gente immersa nella slow life tipica di questi posti.
"Apri la finestra su da brava ..."mi squilla il telefono
"Ma sei tu ?"lui mi è di fronte 
"Rispondi"
"Buongiorno Luis dimmi ti manco ?"
"Affacciati"
"Buongiorno Luis mi sono affacciata ,e una signora con le buste cariche di rape e mandarini si è fermata a guardarmi cosa vuoi?"
"Benissimo continua a parlarmi ma dal telefono non girarti a guardarmi"lo sento inginocchiarsi dietro di me e comincia a percorrermi lentamente con le dita
"Va bene Luis ma con queste dita sui polpacci mi viene difficile"
"Invece lo devi fare"
"Se dici che si può fare..però non è che quei vecchi la sotto ci sentono?"
"Che importa"
"Mi vergogno"
" Tu ???Ma dai !"
"Ascolta adesso quelle cose stanno salendo .."
"Ti avevo chiesto calze a rete "
"Avevo fretta scusa ,non le ho trovate..ohh dai non così ..lento"
"Perchè?"
"Perchè poi si potrebbe accendere"
"Cosa ?"
"Quell'affare di cui dovevamo parlare lì dalla Lanerossi"
"Mhh come si staccano queste cose...ferma lì ti ho detto continua a parlare,la signora ti guarda ancora ?"
"No,però c'è un ragazzo fermo su di  uno scooter che mi sta ammiccando"
"Tac ,staccato..facciamo scendere piano piano questa calza,no no ferma.."
"Non troppo lento Luis non è corretto"
"Allora la tiriamo di nuovo suuuu e poi la tiramo giù.."
"Cazzo Luis no ..ehm non è possibile non mi avevi illustrato tutto mi cogli impreparata"
"Sì parecchio impreparata,hai la pelle d'oca "
"Perchè è lento ed io mi...confondo"
"E' bello confonderti...sentiamo un pò..uhm umidiccia,non sei abbastanza confusa "
"No lì no non è possibile, non si ricevere senza appuntamento"

Esce il suo dito dalla mia fessura ed assaggia
"Dai ho solo sentito il grado di umidità"
"Basta.."
"Il ragazzo sullo scooter è ancora lì ?"
"Eh si credo stia aspettando qualcuno"
"Ti guarda ?"
"Abbastanza.."
"Ti piace ?"
"Senza posteriore...minutino"
"Metti che ha un cazzo da cavallo"
"Di solito infatti quelli così nascondono sorprese hahah..guardalo ride pure lui che cretino"
"Togliamo anche questa...intanto"
"Oh si e togliamola..lento lento"
"Oh Rita stai  chiudendo gli occhi !"
"Uffa hai ragione ,dai Luis basta andiamo sul letto"
"No...ma i capezzoli stanno reagendo un pochetto?"
"Non lo so,il telefono in mano..tu che fai le passeggiate lente ,quello che mi guarda,i vecchi di sotto cosa vuoi che senta cosa succede sotto l'armatura ?"
"Toccali no?"
"No !"
"Si"
"E allora ferma ste dita"
"Ok dai metto le mani in dietro però parla ancora e fatti vedere"
"Pronto sì adesso vedo cosa mi dicono..ehm ma cosa c'entra che adesso usi la lingua.... straniera."
"Togli le dita hai detto"
Faccio per sistemarmi un ciuffo di capelli dietro il collo ed indugio con la mano che faccio scivolare nella scollatura.
"Sai Luis credo che anche loro siano propensi per la Lanerossi"
"Come sono"
"Abbastanza rigidi sai..irremovibili"
"E' ora di prendere provvedimenti "mi allarga le gambe e si infila proprio sotto di me "siediti mi sembri stanca"
"Guarda lo farei con tutto il cuore co sti tacchi,solo che tu.."
"Io..?-comincia a giocare con il filo del tanga-"sempre così umidiccia,sentiamo il sapore.."
La sua lingua entra maledettamente lasciva e dura fra le mie natiche,sento un fremito che mi scuote con lo stesso lento e caldo movimento.
"Io ..ehm dico direi che adesso basta"
"Mhh lui è ancora lì? "
"Sì adesso c'è un altro uomo con lui "
"Mhhh e lo sanno che ti sto masticando questa pelliccetta riccia"
"Oh mamma la pelliccetta no Luis che poi.."
"Senti ma i capezzoli che dicono"
"Che fra un po esplodono con tutto il resto..oh ehi Luis non così ahh forse era meglio lento"
La sua lingua si infila nella mia fessura affamata che sembra cercarlo,mentre mi succhia veloce il clitoride il bacino sembra staccarsi da me e lo segue in questa forsennata danza.
"Brava Rita sì così scopami la faccia"
"Oh mamma mia..ma quello mi guardaaah e c'è pure un vecchio che è uscito dal bar si è girato.."
"Sì sì ...è bello?"
"E' bello sì sì "
Luis allunga una mano nella mia valigetta ,finalmente prenderà un preservativo e scoperemo sul letto sono sicura..
"Non girarti..vuoi che capiscano ?"
"Cribbio Luis,pronto,ma sencondo te quanti minuti ho in questo telefono che sto qui da mezz'ora?"
"Eh una come te la si chiama , mica chiama lei,avesse il tuo numero quello dello scooter per esempio.."
"Ah credo che un tentativo di chiamata vorrebbe farlo"
"Mhh tutto timido , magrolino  e con il cazzo grosso"
"Ahahah bang,sorpresa ,sì succede"
"Lo senti..?"mi accarezza con il mio vibratore
"Mettilo tu il cappuccetto Luis non all'omucolo a batterie"
"Per me c'è tempo"
"Tempo ? No dai io non duro troppo in questo..contratto"
"Mhh senti come ti scivola bene dentro ..."
"Luis è troppo"
Lui si sitema fra le mie gambe e riprende a succhiarmi il clitoride mentre con la  mano continua a penetrarmi con il vibratore..
"Ecco dai hai visto quanto è grosso il motociclista lo senti?"
"Si ahh abbastanza"
Mi prende il clitoride fra i denti..
"Ed io ? Senti pure me ?"
"Alla facciaaah  si certo ho capito tutto..sì sì ,siii sii ho capito ma forse è meglio che..non credo che regga la signora"

"Brava ti tremano le gambe..siediti"
"No ,si ,si va benissimo,ma no no dai"
"Mhh dai siediti allargati tutta da brava Rita"
"Potresti farti maaale nooo"

"Sii "i colpi diventano più intensi,fortissimi"lo vedi anche il motociclista vuole arrivarti in fondo"
"Oddioo Luis ma lo sai che è pesante la signora"
"Mi dici sempre che ti piacciono gli uomini maestosi perchè reggono i tuoi stravolgimenti..stravolgimi"

"Guarda che arriva.."e mi siedo,completamente coperto dalla mia bramosità dilata sul suo viso,la sua lingua continua a stimolarmi forte,lo sento tutto avvolto dai miei umori. è scivoloso ,bagnato da un fiume di voglia.
Attinge sapientemente le sue dita in quelle oasi di piacere per preparare il mio buchetto ,ci entra piano prima con un dito ,lo accarezza per farlo arrendere alla sua dolcezza e quando mi rendo conto che cosa stia accadendo è già dentro che muove le dita allo stesso ritmo della sua lingua.
"Luis chiudiamo questa cazzo di finestraaa ti prego,voglio urlare,voglio chiudere gli occhi"
Si solleva dentro il mio vestito e continua a penetrarmi con il vibratore e le dita..mentre con la lingua percorre tutto il perimetro dei miei sontuosi fianchi.
"Non ti sento..."
"Non posso urlare ,cè gente qui sotto"
"Come?"

"Luis io ho deciso che sia arrivato il momento di farla liberare del tutto sta cosa"
"Non ti senti libera..?Allora ti aiuto io .."
Si accosta a me e guarda dalla finestra..
"Effettivamente è magrolino il motociclista.."
"Non sussurrami che mi ecciti di più..e poi starà pensando che quel coglione con quella donna in camera che fa?La guarda telefonare"
"Impotente eh.."
"Ricchione..pervertito..porco "
"Mhh ..Troia fatti vedere come godi"Mi solleva il vestito ed entra con l'asta così eretta che sposta il perizoma senza aiutarsi con le mani.
"Uhh Luis .."

"Il motociclista ?"
"No qui no la doppia alla finestraaaa ah ah no "
Mi strattona e mi spinge sul letto..
"Basta hai ragione ,sono al culmine anche io"mi mette lì proprio a guardare quel lavadino che ci ha fatto tanto ridere appena entrati..ed affonda ,affonda forte,mentre lo aiuto a tenere fermo il vibratore in vagina che scivola fra le mie umide voglie.Sono persa in questo vortice di piacere mi afferra forte i fianchi ed improvvisamente mi gira

"Prendi.."mi porge il telefono"chiama giù il barista digli che porti qualcosa in camera .
"No no dai continua"

"Guardati che occhi..adesso mi mangi"
Mi chino prendo la sua verga fra le labbra e comincio a succhiare..lui continua a guardare il display del telefonino.
"Ah siii Rita..sta squillando,parla.."

"No fottiti"
"Eh Carlo sono Pierluigi,la mia amica..ehm  vorrebbe ordinare  ah ah qualcosina ce la ..cioè puoi..ehm portare qui se lei ..ehm ti dice cosa..eh eh cosa vuole?"
Sentirlo parlare come un dodicenne che si sega mi distrae e rido..mi passa il telefono e mi rivolta a ponte e riprende a stimolarmi il buchetto mentre mi penetra con il vibratore
"Sì ecco ...siccome..se non ehm non è di disturbooo ,uhm ok si allora..un paio di Brioche...ah ah ah no no non importa basta che non sia con le noccciole o nuteeellaaa..uh perfettoo ed un paio di caffè..no no! Normali..ok ok si due ,tre si tre bustine come vuole tranquilo ah  grazie..(chiudo) stronzo,bestia,guardone ,sudicio segaiolo"
"Shh..abbiamo esattamente il tempo di preparazione di due caffè per finire...pronti ?"
"Viaaaa"


Buon Natale...
Si ringrazia Luis per aver interpretato il solito ruolo da eroe della missione impossibile fra le mie chiappe.




venerdì 18 dicembre 2015

Pranzo

Sono stata a casa di una persona ed ho trascorso con lui un pomeriggio davvero divertente,peccato che prima che io andassi via mi ha fatto promettere che non ne avrei parlato nel mio blog. Da qui partono tutte le domande che ti fai durante la strada del ritorno,era la situazione che magari aveva già creato con altre escort che non voleva che descrivessi, la sua casa, o lui ?Quello che rimane è il fatto che molti uomini oltre che a guardare le foto denudate delle escort,hanno imparato a leggere.Se la cosa può dare un certo vanesio piacere, dall'altra parte mi dà un certo senso di "vulnerabilità".Si sà come escort ti Presenti con il trucco pesante che ti dà 10 anni di più , il tacco alto che ti fà sembrare una statua, la biancheria intima che ti fascia e fà sembrare tutto il tuoi imperfetto creato per essere messo in quella graziosa cornice.Ma il blog è la tua immagine senza trucco, con la felpa di pile che ti arriva al ginocchio che ti tormenti con le dita mentre ti emozioni a raccontare qualcosa e la mutandina bianca di cotone che come dice la nonna ti preserva dall'avere fastidi alla "natura" per me prezioso strumento di lavoro.

I clienti o probabili tali hanno iniziato a guardarti anche dentro le mutandine di cotone, questo è grave ! Noi che eravamo convinte che fossero tutti delle bestie in erezione che si scelgono il passatempo in base ai minuti di preliminare concesso e che abbiamo fiondato tutte le nostre energie per migliorare questo preliminare adesso scopriamo che quello che dimostrano è solo una facciata.Il problema è che invece quando entri nel circolo vizioso del pensare che tanto agli uomini importa poco cosa tu sia o faccia al di fuori di quel paio di tacchi a spillo ti comporti come se sui tacchi a spillo tu vivessi tutti i giorni.Come nel caso di questo cliente sopra citato, se mi avesse detto prima che aveva letto dei miei nipoti invadenti, delle mie poesie d'amore o delle mie lezioni di fisiologia del punto p mi sarei comportata più da umana e meno da oggetto del desiderio. Dico sempre che l'uomo è il sesso forte perchè più intelligente,seppure noi donne siamo convinte di essere sempre un passo avanti,loro ne hanno messi già due di passi ma in maniera silente e voltati verso di noi guardano divertiti dove andremo a parare. Ci sono voluti vent' anni , forse di più perchè la donna liberasse la sua sessualità al pari dell' uomo,abbiamo fatto sforzi immani per dimostrare agli uomini che anche noi siamo capaci di staccare l'anima dal corpo ed ora che ci siamo :l'uomo è lì che cerca la tua anima.