PROPRIETA' INTELLETTUALE E VIA DISCORRENDO

Seppure mi sia sempre compiaciuta di leggere i miei post riportati sugli altrui blog o spazi virtuali di altro genere ,adesso sono stanca di sentire leggere alla radio i miei scritti da signorine che dichiarano di esserne le autrici e di leggere le mie storie anche sulla carta stampata con nomi e luoghi diversi ma senza cambiarne nemmeno le frasi dei discorsi.Vergonoso per chi ruba la proprietà intellettuale ,ma anche per chi la promulga senza verificarne la fonte .Smettetela altrimenti oltre alla Escort potreste conoscere anche il suo avvocato!

venerdì 26 gennaio 2018

Il poeta e la puttana



Il poeta come sempre fra i suoi cento mille like scorge quello di una fan che ricorda addirittura il concerto del 93, "che donnona ,anche sarcastica ,oh perbacco ma è una puttana !"
Così volgare quel culo basso che esplode dentro quella guêpière , e che tristezza vederla lì che sembra dica "venghino signori"  che squallore della carne umana venduta in misure e specialità , ci sono le nere, le orientali , le statuarie e le Bbw .
Ma guardala scrive pure, non male il tentativo di convincere i passanti che oltre al corpo vende pure l'anima, ma ben poco ne capisce  quello che sotto le commenta "te lo darei io un motivo per sospirare, due colpi decisi".
Eppure ci torna ogni giorno a guardare quel profilo ,e lei lo riempie di cuori e "sei grande"sotto le dediche per i fan, lì mescolata alle altre ,come se fosse uguale alle altre.

  • La puttana lo adora da sempre :il suo primo amore ,le sue prime lacrime ,le sue belle serate da adolescente ed ora che ormai è già quarantenne ,sempre ogni giorno il suo poeta aveva qualcosa che aveva scritto giusto per quello che lei stava vivendo. Lo segue sui social ,lo inonda di cuori, tutti i suo clienti sanno che lui ,il  poeta, è il suo sogno .
Il poeta infondo è come ogni uomo, spente  le luci soffre in silenzio se qualcuno che ami vola via;sui social fiocchi neri e smile in lacrime,anche la puttana stavolta gli ha scritto in privato, fiumi di parole dove racconta come chi ti ama non ti lascia mai anche se è volato via e he la nostra vita da lì in poi avrà un pezzo di meno ,poi si scusa nel caso  lui fosse di un 'altra religione e gli augura la buona notte.

  • Il solito cliente che la vuole incontrare per 200,300, non fa testo il prezzo : la vuole a tutti i costi,ma un appuntamento al buio senza numero di telefono e senza nome solo un camera d'albergo,la puttana risponde decisa" appena riceverò il versamento ne possiamo parlare",tanto sa che è il solito perditempo,lui gli risponde "dammi gli estremi ".I soldi in mezz' ora sono sul suo conto. Adesso ci manca che è qualche assassino, ma perchè gli ha detto di sì, telefona a Michele "Se non ti squillo  dopo mezz'ora , chiama la polizia"
Il poeta le risponde "sta tranquilla sono stato battezzato anche io ,ti ringrazio per le belle parole sono fuori dal solito cordoglio  e proprio per questo mi hanno fatto bene ,ma davvero fai la escort ? Perchè scrivi di difetto fece virtù? Se ti scelgono non avrai difetti .

  • La puttana rilegge 100 e 1000 volte quel messaggio ,il poeta ! Dovrebbe rispondergli subito ma è così emozionata che non sa che dire , se sbagliasse  a rispondere ,magari è un ringraziamento copia ed incolla come fa lei con i suoi di fan .Poi risolve come sa fare meglio con ironia " una mia foto con contatti e prestazioni non la si nega a nessuno così potrai appurare pregi e difetti, a parte gli scherzi ciò che per me è un difetto sicuramente agli occhi di un altro è una virtù  e per fortuna ne ho capito il marketing"
Il poeta ormai scambia giornalmente messaggi con quella simpatica puttana , in privato certamente è meno sdolcinata e cuoricinosa ,la sfida ogni giorno con sottili giochi di parole ma lei non cade nella trappola per mostrarsi fan devota ," se vuoi prendiamo  un appuntamento ,ti faccio un buon prezzo la foto con il numero  cel'hai ".

  • Per la puttana  il 14  è arrivato, ormai i soldi li ha  incassati deve andarci per forza ,l'anonimo gli ha scritto una telegrafica mail con l'indirizzo dell'hotel ed il numero della stanza , "sta tranquilla alla reception avviserò io ".Non sa nemmeno cosa mettersi , cosa vuole,gli ha mandato una lista di quello che non fa ma non ha capito se l'ha letta, non gli ha  risposto .        Il poeta la saluta velocemente per fortuna che c'è lui a spazzare via i brutti pensieri  è in giro a fare il famoso lui , gli risponde" ed io domani sarò a fare l'anonima sai ho un po' di paura quando mi capitano questi tipi "amichevole larassicura  "chi mai vorrebbe farti del male non ci credo ,al massimo vorrà essere strapazzato da te " Lei lo saluta e gli chiede di pregare per lei .
Il poeta divertito se la immagina così grande e grossa , tremante  con un vestito rosso e due fragoline per orecchini , entra  in affanno nell'hotel ,scrive al suo angelo custode  che è arrivata , poi sale con l'ascensore perchè è meglio lasciarlo al piano se deve scappare o se deve suonare un allarme,in tasca una penna, che se infilata nel naso non vai in galera ma ti difende .Bussa alla porta e la lascia entrare divertito .
  • La puttana non resiste troppe emozioni gli scappano due lacrime piccole piccole , seppure rida e rida tanto "ma perchè non mi hai voluto dire che eri tu ",poi si ricorda che una escort non deve far domande infatti lui non le risponde .Tutto gira così vorticosamente che non può ancora realizzare che è lì  con il poeta , ma il lui ha ben focalizzato e le infila una mano sotto il vestitino strapazzandole il perizoma ed ora ?
Il poeta aveva atteso troppo questo incontro tanto  infilarle le mani fra gli slip mentre  la porta della stanza era ancora aperta ,poi le sussurra "scrivi al tuo amico che è tutto ok ,non voglio dividerti con due polizziotti del cazzo "L'emozione è gia indurita lei invece è frastornata svuota veloce le sue borse alla ricerca del telefono ,se l'avessero voluta far fuori, con quei nervi saldi sarebbe già bella che finita, ma recupera veloce e si avvicina per annusarlo  ,poi lo guarda maliziosa e gli dice "metto su la musica o canti tu ?"
  •  Le mani così belle così piccole e graziose troppo forse per quei seni troppo importanti, chissà perchè in quel momento la puttana non sa far altro che guardare quelle mani ,un bimbetto fa tenerezza; su Rita cerca di eccitarti sei con il poeta ! Lo accarezza come un bambino e riprende a ridere ,lui è eccitato famelico morde i suoi seni,li morde così forte che sente male ma non può urlare è il poeta ! Lui è già nudo e non se ne è nemmeno accorta lo capisce quando le spinge la testa sul suo membro bello che eretto,per fortuna ,almeno non vede quelle manine ,ma prontamente lui la ferma.
Il poeta è su di giri le sussurra che da ragazzo  aveva una vicina di casa proprio come lei ,quante seghe si è fatto spiandola e quanto avrebbe voluto sentire la sua bocca su di lui ,ma deve fermarla,tutta quella carne lo farà arrivare presto e non vuole finire subito.Lei si sdraia allora sorniona e lo sfida "io per arrivare ci metto anche due ore ".Le entra piano con la lingua e le gira tutto intorno il sapore sì è quello immaginato sin da quando non c'era quella ispida barba ,lei inizia a diventare una calda caverna vogliosa gli afferra la testa poi scatta in piedi e gli si siede sulla faccia.

  • La puttana lei lo sa ,chiudendo gli occhi può andare dove vuole e lo immagina diverso come quando alle superiori lo guardava sul diario ed ogni giorno gli disegnava un cuoricino ,serra più forte gli occhi sì è proprio lui ,ed inizia ad agitarsi mentre sfrega senza sosta la sua fessura su quella bocca che sa di poesia, che sa di sesso .Poi si chiede se respiri ,ma appena tenta di divincolarsi lui l'afferra per i fianchi premendola più forte poi la guarda implorante "pisciami in bocca"
Il poeta immerso in tutta quella carne bramosa non vorrebbe più uscirne ,lei gli chiede se respira, ma lui l'afferra con vigore per non lasciarsela sfuggire,lei emette un grido di dolore ,la carne delle donne opulente fa quest' effetto, ci affondi le mani e vuoi stringerle di più di più ed ancora di più.Non gli basta ne vuole ancora apre la bocca ed aspetta di ingoiare il suo calore .

  • La puttana apre gli occhi è c'è lui quell'uomo piccolo piccolo che la implora di innondarlo ,sale lenta per centrarlo,poi lo guarda con disprezzo e gli dice "bevi sporca latrina".Mentre il fiotto scende copioso lui eiacula mestamente ."E' finita anche questa "e s'immagina già sulla via del ritorno mentre le parole del suo poeta saranno lì a scaldarle quel cuore sempre più vuoto.



lunedì 25 dicembre 2017

Cowboy il porco gentiluomo ..racconto erotico di Natale 2017

Quest' anno più che un racconto è una riproduzione fedele dei fatti accaduti ,e più che raccontare quello che viaggia nella vostra vostra fantasia concedetemi licenza di rendere qualcuno oggetto di un desiderio.

Questo desiderio è apparso tra le numerose richieste di amicizia che si affollano su facebook.
Si presenta TORN o non si presenta non me lo ricordo ,chiede informazioni per un incontro ,uomo deciso, ogni tanto uno su un milione suvvia pure a me. Gli fornisco indicazioni e prestazioni velocemente tanto ero sicura che vista la distanza non ci saremmo mai visti, non era proprio il momento di perdere tempo in auto.Dopo 5 minuti è  al telefono, oh oltre che deciso sa anche leggere il numero di telefono stampato sulla foto ,di solito guardano solo le figure,non può essere pure intelligente, troppe cose messe insieme di sicuro avrà qualche brutta sorpresa.
Breve e risoluto mi chiede un appuntamento, gli butto lì che avevo bisogno di tempo per organizzarmi ,avrebbe desistito e chiamata un'altra sicuramente,no sarà pure un peccato perderlo ma a conti fatti mi sarebbe costato un 'intera mattinata di lavoro.
Si spegne ,nessuna invadenza intanto i clienti locali del dopo estate erano stati sistemati tutti ed ero rientrata nella mia solita agenda prefissata,no non c'era bisogno di nessun altro.
Parto per il paese di mia nonna, quando qualcuno muore lascia tante cose da firmare ,su cui devi scrivere che lei non esista più ed è molto doloroso ,sedersi a tavola con i parenti e decidere a chi dare quelle cose che lei custodiva gelosamente.No la voglia di riprendere a fare incontri non c'era poi figuratevi se c'era la voglia di incontrare questi segaioli che ti mandano la foto del petto villoso , o del cazzo mentre sono  seduti sul cesso .
Messaggio da Torn ,un buongiorno e foto allegata,non la apro tanto sarà il solito cazzo allegato.
Poi mi scrive "hai visto che giornata "..penso fra di me "sicuramente vorrà farmi vedere la sua erezione mattutina".Poi un altra foto,seppure non l'avessi scaricata si vedeva un paesaggio ,scarico le foto :erano davvero foto di bellissime giornate di sole ...e lui mi risponde senza mai chiedermi se porto le mutande o se sono depilata ,mi tratta come una donna,un signore ? Come ci è finito un signore nelle mie amicizie ?Alla fine gli rispondo "mi organizzo e ti vengo a trovare ".
Da lì a quella mattina che gli dissi "non vedo l'ora di poterti conoscere"passò un brevissimo tempo ,troppo breve perchè una puttana possa esprimersi così liberamente,ma ero sicura che Torn non avrebbe pensato ad altro che ad una espressione sincera,non poteva essere altro, il bello di Torn è che ti far venir voglia abbassare le  barricate senza aver timore che quella onestà te la rivolti contro .
Ero contenta come una bambina ,i chilometri corsero veloci e nemmeno mi accorsi che ero già lì ed era bello ,lo sapevo che era bello: look da cowboy con il sorriso .
Per mascherare un po' la tensione che si prova dal parlare di" come passi le giornate" a " ti piace essere schiaffeggiato, o vuoi essere legato e sodomizzato " mi fiondai subito nella stanza da letto e gli ordinai di spogliarsi,lui tranquillamente prende posizione ed esegue i miei ordini, ed inizio il mio massaggio.Il massaggio è un ottimo modo per cominciare a toccare un estraneo e sentirlo per lo meno vicino prima di sentirlo addosso .Era piacevole toccarlo,già dal primo contatto le mie mani lo cercavano.Le coccole lente incrociarono le nostre lingue, sto baciando un cliente,non si fa ,ma da lì ad avere la sua lingua fra le gambe ci fu solo il tempo di realizzarlo.
Noi escort per evitare di riscaldarci troppo cerchiamo di portare i pensieri fuori dal letto ,tanto in pochi minuti sarà tutto finito, ma lui continuava ,scopava scopava forte, ed in quel momento notai che era anche dotato(un giorno vi spiegherò come si faccia a non notare nemmeno il membro di un uomo se non vuoi prendere in considerazione l'uomo ) e visto che c'erano tutte queste qualità in una sola persona annodai le gambe dietro di lui e mi lasciai fottere spudoratamente, più mi afferrava per spingere in fondo più lo imploravo di continuare ,dimenticando il mio mandato venni ansimando ed inondando lui e il suo povero letto ;lo fissai per un momento poi mi rigirai per essere cavalcata da quel cowboy  che aggrappandosi ai miei  fianchi morbidi iniziò a penetrarmi con rinnovato vigore,ed ancora a volerne di più spalancavo la mia già dilatata fessura per non perdere nemmeno un colpo .
Lo volevo e glielo urlavo ,mi afferrava per i capelli poi mi schiaffeggiava sonoramente il sontuoso culo che ai suoi colpi vacillava come le mie sicurezze sul fatto che non avessi più avuto voglia che un uomo non finisse mai e rinnovai la mia bagnata dimostrazione di soddisfazione,come non mi succedeva da mai .
Lo afferrai ancora eretto ancora turgido ,ancora pieno di voglia lo ingoiai sino in fondo,a soffocare a lacrimare e più spingevo in gola e più sentivo i miei umori scorrere fra le gambe senza ritegno.
Gli saltai sopra prima delicatamente,per vedere se sopportasse il mio peso ,poi iniziai a dondolarmi a destra e a sinistra ,poi in avanti ed indietro, impalata sul quel giocattolo che sembrava finto poi il desiderio mi aggredì nuovamente e iniziai a saltarci su  dimenticando il mio peso , dimenticando che potesse stancarsi ,che volesse fare qualcosa di suo gusto,sembrava che lì ci fossi solo io a giocare con i miei desideri  e nessun altro a guardarmi,è questo l'effetto che fa Torn,non saprei spiegarvelo.Quando il piacere arrivò al culmine per la terza volta supposi che forse avevo esagerato ,non mi era mai successo ,sicuramente lui avrà pensato...certo ed avrebbe anche ragione ,ero una bestia selvaggia.Più mi stupivo di questo mio essere senza freni e più mi eccitavo,e più lui sentiva la mia frenesia più mi rivoltava e mi sbatteva senza tregua,inginocchiata davanti a lui come una cagna devota sentìii infine il suo caldo fiotto sciogliersi sul mio viso e mescolarsi al pesante trucco(e portamento ) da escort costruita a tavolino...
Tornai a casa mentre le immagini del mio ritrovato desiderio sessuale mi passavano davanti come un film a luci rosse,spensi il telefono gelosa di quelle sensazioni che volevo tenermi dentro almeno per quel viaggio di ritorno; la sera nel mio letto continuavo a sentire i brividi di quelle mani sulla pelle ,di quella bocca che mi esplora e mi addormentai pensando che forse non ero morta del tutto.
Ma quella è stata l'unica volta in cui andai a letto pensando a me, le altre notti trascorsero desiderando quel cowboy da impazzire .

Buon Natale tesori .

Ritona.

domenica 15 ottobre 2017

Rita è viva,la ri- nascita di Rita


Sofia era una donnona grande grande nelle sue fattezze e piccola piccola nella sua autostima , la  vita le  era così maledettamente andata a rotoli che il momento più bello della giornata era alla sera quando accendeva il pc e sognava ...

No non era ancora arrivato il coraggio di reagire,aveva un profilo con uno smile tondo tondo e si
chiamava "dolce pallina",non palla di grasso certo, ma infondo lo sapeva che era così che l'avrebbero chiamata semmai avesse messo la sua foto .
Sognava di diventare come lei Rita De Sade,una donna fatta di velluto;si era un vellluto nel parlare ,nel difendere tutte loro della comunity delle cicciottelle ,era un velluto nell'eccitarli ed umiliarli.
RitaGaudente
Mostrava i suoi grandi fianchi, il collo imponente,le cosce piene,le sue foto erano belle come quelle delle bbw americane. Ben presto mi convinse a cambiare il mio nik in "sbirulina"vista la mia attitudine ad auto ironizzare sul nostro essere morbidone.
Era una donna fiera di se stessa ,aveva cresciuto tre figli da sola ed aveva messo il marito alla porta al primo tradimento, non come me ,sognavo di essere coraggiosa quanto lei .
Non c'era l'Adsl ,non c'erano le lunghe ore collegati in rete ,quell'ora serale di internet era sfruttata al massimo,e lei aveva sempre il pallino della chat occupato.chissà se un giorno avrebbe mai avuto voglia di parlare con me,con tutti quegli uomini che le ronzavano intorno ....
Al mattino prima di andare a lavorare pubblicava i suoi commenti  pungenti contro la razza maschile,e noi lì a piangerci addosso , a risponderle che eravamo ciccione e nessuno ci amava per quello che avevamo dentro,non avevamo capito che tutto era iniziare ad amarci per quello che eravamo fuori  ,infondo chi mai avrebbe amato un cumulo di frustrazione, insicurezza e vergogna :lei lo aveva capito.
E finalmente un giorno il pallino della chat si illumino di verde e chi mi chiamava era lei RDS,Rita De Sade  !

"Pallì posso ?"
"Ciao Rita dimmi pure"
"Eh so che lavori con le farmacie e tutto il resto ,sai ho un problema ,una ghiandola vicino all'ascella,adesso mi hanno fatto spaventà ste stronze de colleghe tutte a dimme fai l'ecografia te devi controllà ,per via de mi madre che è morta con quel male  "
"Veramente faccio la badante,la farmacologia è solo un pezzo di carta che aspetta tempi migliori ,in effetti non costa niente un'ecografia e ti togli il pensiero"
"Sti cazzi niente,sò 42 mila lire,lo sai che io non è che...sguazzo nella ricchezza,ascolta io ho cambiato marca di deodorante tre mesi fa sono sicura che è quello che mi ha fatto venì fuori sta roba,che dici aspetto è un mesetto che non ce lo metto più vediamo che succede?"
"Rita che dirti ...solitamente sono le ghiandole ascellari che si infiammano con il deodorante ..sotto l'ascella, e poi ti fa male ?"
"No ,e solo come un bozzo che lo prendi in mano..ce giochi e non se muove,mo posso levà pure io per quanto lo sento duro"
"Non fa male ?"
"No t'ho detto ,non è niente è solo un bozzo"
"Rita falla l'ecografia dai"
"Oh io aspetto un altro pò almeno pago sto mese il bollo alla macchina senno l'ecografia tocca andarla a fa in autobus "
"Rita vacci...te li presto io i soldi "
"Grazie Rosalia ma me la cavo da sola,me ce manca pure indebitarmi con la Puglia !"
"Sofia, mi chiamo Sofia, tutte ce la caviamo da sole qua dentro , ma se ci cerchiamo qua dentro vuol dire che star da sole non ci piace tanto "
"Mi sembra che anche te a botte ne hai prese dalla vita ...Ti posso chiamare ?"
Da quella notte nacque la più bella amicizia virtuale con una donna che abbia mai avuto, anzi l'unica vera bella amicizia con una donna .Quando Rita seppe che guadagnavo 500 mila lire e ci mantenevo una famiglia mi rimproverò per la facilità con cui le avevo offerto un prestito
 "...potevo essere  pure uno di quei fregnoni che si fingono donne per spillare soldi in giro "
"Io sono così, mi hanno sempre sfruttata per questo, dalla famiglia agli amici.."
"Invece no Sofia ,tu sei una brava ragazza ,cazzo devi imparare che non devi offrire qualcosa in cambio del loro amore, sopratutto con gli uomini ,Sofia se ci vogliono devono essere loro ad offrirci qualcosa ,perchè noi siamo donne leali , oneste,altrimenti se ti trattano da schifo, tanto vale che ti comporti da schifosa ,ah se nascessi di nuovo"
Purtroppo dal giorno dell'ecografia all'operazione urgente passarono un soffio di giorni, Rita aveva un desiderio e questa volta doveva accettare il mio regalo
 "Dopo la chemio organizzati che  l'estate la farai qui in Puglia da me "
"Sì giuro che ci sarò , anche i mie figli non devono sempre stare a sacrificarsi, però ti voglio con la ragazzina qui a Roma per l'autunno"
"Capodanno Rita, ho sempre sognato di vedere il concerto di Capodanno a Roma "
"Io ho sempre sognato di andare a mangiare in quella grotta nel mare in Puglia ,è l'anno dei sogni sorè"
La chemio la consumò come una candelina ,lei ci rideva perchè il suo oncologo le aveva detto che avrebbe potuto gonfiarsi ma era stata "fortunata",dalla taglia 60 adesso era una rispettabile 46.
Avevo intuito  che quello che le avevano tolto non era il male peggiore,da quello che mi raccontava capivo  che lottavano per regalarle qualche mese in più di vita  ma non le avevano detto nulla. Ma il destino non può essere così bastardo come lo è stato con noi ,Rita doveva arrivare il 13 Luglio;il 12 Luglio mi chiama sottovoce 
"Mi hanno ricoverata ieri sera,stavo facendo le valige,forse l'ansia,la contentezza,sti ragazzini che non trovano mai niente ad un certo punto so' andata in cucina fra le padelle a cercare le scarpe,loro mi dicevano che lì non c'erano le scarpe che m'ero impazzita ,ma io oh nella testa mia qualcosa mi diceva che le scarpe le tenevo lì ,me so messa un pò sul letto e boh si è spento tutto non ci vedevo più :tutto buio. Sta cazzo di chemio mi ha distrutto pure gli occhi,adesso ci vedo però "
"Sì Rita sarà stato un effetto della chemio ...."
"Io non volevo farla,ormai il male me lo avevano tolto cazzo ,a 36 anni mi sento come una vecchia non ho più la forza di fare niente..scusami Sofia,avevi preparato tutto ,t'eri pure fatta prestare i letti"
"Uscirai prima o poi no? I letti stano sempre qui "
Rita riuscii ad uscire dall'ospedale e sulle sue gambe ,la convinsero (o si volle convincere )che quei bui improvvisi ,quei pesi nella testa erano dovuti alla pressione bassa.
Nel frattempo i nostri personaggi virtuali nulla facevano trapelare di queste vite di merda che conducevamo nel reale,ad un certo punto io dismessi i panni di sbirulina e creai "Morbida-ai-sensi"cominciavo a prendere sicurezza in me stessa,tutta quella sicurezza che Rita mi aveva infuso.
Ma il cancro nei giovani è così veloce che seppure  ti prodighi nel fare tutto quello che ti resta da fare ,lui è giovane quanto te e ti mangia velocemente così come va la tua vita.
Ad Ottobre Rita era ormai costretta a letto l'unica vita sociale che si permetteva  era la nostra telefonata in fascia serale e il personaggio di RDS nel web,ma anche quello diventò difficile perchè ad un certo punto nei suoi occhi la luce non si riaccese più .
"Mardavluci79..scrivitelo Sofi ."
"Ma no Rita,dai cosa devo fare ...io non son capace"
"Scriviti sta cazzo di password ,prima che me scordo pure quello,oggi non ricordavo manco come se chiamava il marito di mia sorella,la comunity per me è come una creatura ,metti che non ci vedo più sai che fine fa...ci scriverebbero stronzate ,offese e andrebbe tutto abbandonato"
"Ma dai prima o poi ritornerai a star bene"(anche se sapevamo che non era così continuavamo a mentirci )
"Sofia per adesso ci stai tu con il mio nik name ,e nessuno saprà che non sto bene,non voglio che quelle serpi invidiose godano della mia situazione,ti prego Sofi non far morire Rita de Sade  "
"Ok ,va bene...ma a modo mio eh"
"Vai...a modo mio ,mi hai capita ?Entra nel gruppo e scrivi qualcosa come se fossi io ,mettici le foto delle BBW le più belle di tutti i siti dovemo esse sempre le più bone ,falli segare fino allo sfinimento "
La richiamai dopo un ora 
"Senti qui se va bene - Vieni con me, stringimi forte ,senti i miei seni che ti schiacciano forte contro la schiena,li senti pieni ,duri  ,immaginane il sapore fra i denti,fammi sentire una bocca che  si deve riempire di carne e di voglia ,traccia con la lingua il tuo desiderio di me ,così intorno alle turgide areole,e poi ingoiale,tira fuori tutta la voglia che ho in me, come un bambino che ha sete della sua mamma , come il fattore con la sua vacca -"
"Cazzo hai scritto vacca ? sticazzi li hai uccisi hahahah"
"Segati sino allo stomaco in effetti"
"Ma da dove l'hai copiata ?"
"L'ho scritta io .."
"Ah,però..Sofia Sofia,mi raccomando,ti scriveranno dei messaggi molto lusinghieri,ti prometteranno il cielo , la luna,ti chiameranno stella, e principessa,ma ricordati vogliono solo quello ,non ti fare abbindolare..lo sai no ?"
"Ma io non li leggo i tuoi messaggi ,giuro ,vedrai che li troverai tutti da leggere"
"Tanto...pure se fosse quella delle foto non esiste più , loro scrivono ad una che pesa 130 chili ed ha una decima di seno,io adesso posso solo fare la pubblicità alla prenatal..hahah,mi sa che oltre la pasword ti devo passare anche i vestiti che ho nell'armadio hahahha"
Rita è volata in cielo non sò quando ,gli amici virtuali sono così ...spariscono,il telefono si spegne  e  solo quando disperata implorerai di darti notizie a qualcuno che la conosce nel reale è già troppo tardi anche per mettersi su di un treno ed abbracciarla per la prima ed ultima volta  .
Di RDS negli anni è scomparso tutto , il portale cancellò tutta la comunity ,i nostri Nik i nostri post la nostra chat ,non siamo mai esistite lei ed io , non ti resta nulla,se non il rimpianto  di non aver vissuto una volta sola una giornata reale assieme,magari una foto che avremmo stampato su carta e nessuno avrebbe mai cancellato e magari oggi a distanza di oltre 15 anni qualcuno ancora ci vedrebbe insieme con un bel sorriso che potesse durare oltre l'eterno.
Tante volte,forse troppe volte ho cercato di perpetrare questo suo testamento virtuale verso Alberto,lui ci ride su questa mia fissa che un giorno io possa morire,ed io lì ad insistere, "diventi amministratore in silenzio ti giuro,però se dovesse succedermi qualcosa so che tu non ti approfitteresti mai delle bbw che mi scrivono",magari leggendo questo post metterà un po di tasselli al loro posto e capirà perchè mi preoccupo sempre di che ne sarà di Rita se io morissi ,ma sono sicura che non ci vuole nemmeno pensare al fatto che  un giorno io..noi ...potremmo essere cancellati dalle nostre esistenze così, inesistenti come i nik di fantasia che ci si fa sul web .....

.."e se ti trattano da schifo,tanto vale comportarsi da schifosa"....e così dopo qualche anno ero arrivata alla conclusione di fare la schifosa ,quella mattina quando Michele mi chiese che nome darmi decisi che  Rita sarebbe stata quella prostituta sicura di se ,sexy ed anche spietata con gli uomini  con cui avrei diviso questo pezzo della mia vita.
 Alle volte guardo le mie foto da escort ,i miei post , i miei racconti ed è lei ,in molti mi hanno chiesto come può essere possibile che  scriva delle cose cosi profonde e sdolcinate per poi un attimo dopo essere così pornografica e blasfema, il trucco è lì come quella sera che digitai "mardavluci79"mi concentro e divento la donna di velluto,perchè Rita tesoro mio tu ci sarai sempre continueremo  a cazzeggiare e a far capire alle ragazze che ognuna di loro è bella come le bbw americane ,e loro gli uomini continueremo a  farli eccitare allo sfinimento .
Non è protagonismo,non è autocelebrazione,io la vera me rimarrà sempre nell'ombra(pochissimi mi hanno conosciuta nelle mie insicurezze , nella troppa disponibilità,nella voglia di una parola dolce per fortuna ) perchè tutto questo è e sarà sempre per Rita che mi ha chiesto di non farla morire,l'ho fatta rinascere un'altra volta e piu' stronza .
Quando mi chiamano con il nome di Rita ,ogni singola volta che sento quel nome ricordo quando avrei tanto voluto essere come la donna di velluto, inspiro orgogliosa e sono io ,ogni volta che sono Rita io sono Rita ,tutto qui .


mercoledì 4 ottobre 2017

La nascita di Rita



E in quella mattinata di metà settembre di più o meno dieci anni fa (forse più )nasceva Rita Gaudente; Prisachione e Sofia davanti ad un caffè in bicchiere di plastica scaricavano le foto un pò sgranate di un potentissimo telefono con macchina fotografica integrata da 1 mp,e credetemi era l'apoteosi della sorpresa poter avere un simile aggeggio fra le mani .
"Ma sono enorme sei matto? No no ...ma in questa anche peggio guarda tutta la panza che pende,oh miseria e qui guarda dai guarda sembro una nonna con il reggiseno rinforzato,ma sei matto!"
"Basta Sofì, te lo abbiamo già detto in parecchi ,ci sono uomini che vogliono la ciccia, tutta questa ciccia ,guarda qua ,vedi una come te fra questi annunci ?"
"Eh ci credo quelle sono bellissime, quelle costano 100 euro solo per toccarle, ma come diavolo faccio a mettermi immezzo a tutte ste sventole,sai le caricature ?, Domani vado a finire su bastardi dentro "
"A parte che bastardi dentro  non può pubblicare annunci per adulti e poi tu sarai l'unica,sai che vuol dire ?Che chi vuole la ciccia finalmente troverà te "
"Oh vedrai vedrai che non mi chiamerà nessuno se non qualche centro di salute mentale ,vedrai ."
"Forza e coraggio ...pompino come scoperto o coperto ? Outcalling ,quanto vuoi per andare a domicilio ?Ti fai leccare o lasciamo il dubbio ?"
"Che ne sò,metti che non mi piaceee daiii"
"Ok dai Italiana 25 anni? Dai possiamo anche spacciarne 23 .Ah come ti chiamiamo "
"Cicciona Gaudente ,avevamo detto così  "
"Sì anche se oggi gaudi poco e deprimi molto ,no dico un nome con cui uno ti deve chiamare quando ti avrà di fronte,quando ti telefona..Sofiè ? Sofy ? Oppure Giunone eh ?"
"Non lo sò come si chiamano le altre ?"
"Bah nomi arrapanti, Natalie, Vernique,Stella, Selvaggia...non sò pensa a chi vorresti essere"
"Rita...bello no ? "
"Rita ? Ma è da catechista ,da zia che frigge i panzerotti"
"Ma io friggo i panzerotti, io vado al catechismo con mia figlia ..mica sto tutto il giorno ad aspettare i clienti limandomi le unghie per poi mandare il bonifico in Polonia a fine setrtimana,io mi pago il mutuo e certe volte puzzo di panzerotti perchè in pizzeria non ci posso andare "
"Brava...brava ,eh brava hai ragione ,si tu sei bella per quello"
"Per te magari,vedremo per questi che trovano ste sventole online tutti i giorni se sarò bella così al naturale"
"Ecco qui Rita ,cognome ?
"Gaudente,sì quello è sicuro "
"Ma perchè Rita ?"
Allora mettiti comodo che ti racconto la storia .

mercoledì 22 marzo 2017

Tribuna Libera: CEGLIE MESSAP(EROT)ICA

Dopo la simpatica mattinata in radio dello scorso anno, ed il mio intervento con la vocetta metallica in tv a fascia protetta di qualche secolo fa,eccomi sul giornale di casa mia .

 Sarà pure rimasto in sospeso il ditino puntato contro di me,ma è stata la mia prima intervista con una giornalista donna e sopratutto Pugliese . Che anche sotto la spessa coltre del tufo dei trulli ci sia uno spiraglio di larghe vedute ?



Tribuna Libera: CEGLIE MESSAP(EROT)ICA: I cosiddetti "vizietti" di provincia sono sempre stati un classico intramontabile del cinema ma anche delle crona...